Il potere di essere me stesso


By
F. Guzzardi
Certamente abbiamo tutti qualche serie di aneddoti su quello che il potere fa alla gente: Il potere ha portato molti personaggi politici  nel mondo intero a commettere adulteri, facilitato pratiche finanziarie non etiche a Wall Street, ma il potere ha anche contribuito con alcuni personaggi sicuri di sé, a creare momenti importanti  della nostra storia . Quindi da un lato, potremmo concludere da questi esempi che il potere porta le persone a un comportamento immorale, non etico, e deviante, e dall'altro puo` essere solo una componente  indicativa di queste possibilità.Naturalmente, il potere non può essere sempre un male per noi. A volte il potere può avere un effetto positivo sul nostro benessere, permettendoci la libertà di essere noi stessi.Una recente ricerca condotta all'Università di Berkeley dai professori di psicologia Serena Chen e Dacher Keltner, suggerisce proprio questo: Il potere vi permette di essere voi! Più in particolare, il potere implica il controllo e la libertà di amministrare premi e punizioni per gli altri, il potere ha la capacità di consentire alle persone di essere coerenti in tutte situazioni e contesti. In sostanza, avere potere significa che una persona non ha bisogno di impegnarsi nella strategica auto-presentazione, di apparire come qualcuno che non e`.Nel primo studio effettuato per valutare questa previsione, i partecipanti hanno effettuato un test di personalità per valutare il senso disposizionale di una persona di potere. Cioè, la vostra tendenza a essere d'accordo con affermazioni del tipo: "le persone tendono ad ascoltare quello che ho da dire", oppure "Mi sento una persona di grande potere," . Dopo aver risposto a queste domande, i partecipanti hanno completato un test di 20 affermazioni, un compito di scrittura aperto dove la gente scriveva 20 affermazioni su se stessi. La gente con un alto senso disposizionale di potere tendevano a scrivere costantemente affermazioni come "Sono estroversa", "Io sono fuori," e "Mi piace essere sociale". Al contrario, le persone con un punteggio inferiore al potere tendevano a mostrare meno coerenza nella loro auto-dichiarazione.In un secondo studio, è stato chiesto di descrivere se stessi come se stessero facendo un profilo online per due diversi social-networking , siti come web-Eharmony per rincontrie; Facebook, per incontrare nuovi amici . I partecipanti ad alta potenziale, ancora una volta tendevano ad essere più coerentei in questi siti web con la loro auto-descrizioni. Al contrario, i partecipanti a basso potenziale tendevano a cambiare il modo in cui si presentavano sui due siti.In breve, si presume che l'elevato concetto di sé abbia anche implicazioni nei sentimenti di autenticità, indicatore di un maggiore benessere psicologico. Per verificare questa teoria finale, i partecipanti hanno poi valutato la loro personalità in tre contesti unici: a casa, con la famiglia, e al lavoro / scuola. Infine, hanno valutato i loro sentimenti di autenticità, in generale, cioè la misura in cui si  è in grado di esprimere i propri veri atteggiamenti e sentimenti in giro con gli altri. Non a caso, i partecipanti ad alta potenziale sono stati più coerenti nel loro auto-feedback attraverso i tre contesti e anche la tendenza a riferire sentimenti elevati di autenticità, rispetto alla loro controparte a basso potenziale.Dunque il potere ha un'importante conseguenza positiva nelle persone: Se non si ha la necessità di cambiare il modo in cui ci si presenta in situazioni o contesti diversi ed in  un certo senso questa è una buona cosa, perché aiuta a tenere un comportmento autentico in ogni situazione . Al contrario, una persona a basso potenziale di potere, deve essere strategico  nel modo di presentare se stesso, cambiando da contesto a contesto.   In effetti, il fatto di dover cambiare di pelle ad ogni circostanza   può contribuire a sentimenti negativi come: "Non posso essere il mio vero io." o "La gente in realtà non mi conosce."

Post popolari in questo blog

Gradini

Lettera alla mia migliore amica

26 Giorni