giovedì 30 novembre 2017

26 Giorni


26 Giorni
Il taxi non tardo` ad arrivare, ed io m’incamminai verso l’uscita. Mi feci lasciare a qualche isolato dalla mia destinazione, dove alcuni amici mi aspettavano. Mi soffermai ad osservare il gioco di luci delle vetrine accese nel centro di Manhattan, come un bambino alla sua prima uscita. Osservavo la gente intorno e mi dicevo che forse nessun’altra citta` al mondo sa essere come New York, con le luci artificiali che si alternano alla luce del giorno in una simbiosi quasi naturale.

Mi sedetti sulla panchina alla fermata dei bus, solo per osservare le macchine gialle che sfrecciavano in un disordine organizzato. Mi chiesi anche se non fosse un po snob, organizzare una mostra fotografica nel cuore della notte, poco importava il talento dell’autore ma il fatto che richiedesse una buona dose di narcisismo, particolarita` che credevo esclusiva degli scrittori o dei cantanti navigati.

"Dove comincia il reale se non in quello che noi cerchiamo?Le risposte vere sono solo quelle che ci aspettiamo, l’immaginario è impercettibile e confondibile. Il viaggio dell’essere, o perlomeno del mio essere, era cominciato da tempo ma non ne conoscevo i dettagli.
Il vento smise di bussare alla finestra, forse aveva esaurito i suoi suggerimenti, ed io aspettavo di consumare il mio giorno cosciente di essere."

www.hoffmannpublisher.com

mercoledì 18 gennaio 2017

Gradini

By Renata Agazzi
Salivo quelle scale , credendo che tutto potesse iniziare da lì..
Non è facile lasciare il mondo vissuto fino ad ora , senza provare dei brividi di timore..
Paura del vuoto , che ci riempie e impossessa della nostra anima
Considerare come primordiale fatalità  tutto quello, che fin' ora ci ha accompagnato lungo il viaggio ..anche dei sensi
Quel corridoio senza uscita è  li..ci aspetta..come fosse l'unico punto di fuga ..verso l'oblio
Non mi lascerò influenzare ...rapire ..dall'ignoto
Non sono più  giovanetta desiderosa di nuove avventure, anche dissacranti di antichi privilegi..
Donna matura e pregna di esperienze disparate..anelo diventare fonte di gioia.
.          ......
Guardavo quei gradini come fossero ali ai piedi per l'Olimpo

Considero tutto ciò  che è  fuori dagli schemi come portatore di leggiadri pensieri ....anticonformisti, ma non per questo meno importanti ed indispensabili per far quadrare i confini...
I limiti che talvolta ci poniamo servono solamente a tarpare le ali a chi desidera volare alto!
Cosa faremmo se scoprissimo che la lampada di Aladino e' dentro di noi...
Che valiamo comunque ..anche senza contabilizzare e considerare il vissuto come presentazione per il futuro
Amarci di più. ..accettando tutto quello che di noi sembra non avere rilevanza..
Vorrei essere più capace ad amare..sentire  pietas..
....comprendere il mondo
..tutto..per quello che è. 
Solamente in solitudine questo può  avvenire..
Quella sensazione magnifica di pienezza
Tutto perché  madre primipara attempata di nuovi corpi ..liberi
....          ....
Sono arrivata alla cima..che silenzio..che dolcezza!

Ormai l'apice dell'universo interiore è  raggiunto
Devo solo arrendermi e...
Rimanere..li..dove tutto ha inizio..e tutto finisce

lunedì 9 gennaio 2017

Il potere di essere me stesso


By
F. Guzzardi
Certamente abbiamo tutti qualche serie di aneddoti su quello che il potere fa alla gente: Il potere ha portato molti personaggi politici  nel mondo intero a commettere adulteri, facilitato pratiche finanziarie non etiche a Wall Street, ma il potere ha anche contribuito con alcuni personaggi sicuri di sé, a creare momenti importanti  della nostra storia . Quindi da un lato, potremmo concludere da questi esempi che il potere porta le persone a un comportamento immorale, non etico, e deviante, e dall'altro puo` essere solo una componente  indicativa di queste possibilità.Naturalmente, il potere non può essere sempre un male per noi. A volte il potere può avere un effetto positivo sul nostro benessere, permettendoci la libertà di essere noi stessi.Una recente ricerca condotta all'Università di Berkeley dai professori di psicologia Serena Chen e Dacher Keltner, suggerisce proprio questo: Il potere vi permette di essere voi! Più in particolare, il potere implica il controllo e la libertà di amministrare premi e punizioni per gli altri, il potere ha la capacità di consentire alle persone di essere coerenti in tutte situazioni e contesti. In sostanza, avere potere significa che una persona non ha bisogno di impegnarsi nella strategica auto-presentazione, di apparire come qualcuno che non e`.Nel primo studio effettuato per valutare questa previsione, i partecipanti hanno effettuato un test di personalità per valutare il senso disposizionale di una persona di potere. Cioè, la vostra tendenza a essere d'accordo con affermazioni del tipo: "le persone tendono ad ascoltare quello che ho da dire", oppure "Mi sento una persona di grande potere," . Dopo aver risposto a queste domande, i partecipanti hanno completato un test di 20 affermazioni, un compito di scrittura aperto dove la gente scriveva 20 affermazioni su se stessi. La gente con un alto senso disposizionale di potere tendevano a scrivere costantemente affermazioni come "Sono estroversa", "Io sono fuori," e "Mi piace essere sociale". Al contrario, le persone con un punteggio inferiore al potere tendevano a mostrare meno coerenza nella loro auto-dichiarazione.In un secondo studio, è stato chiesto di descrivere se stessi come se stessero facendo un profilo online per due diversi social-networking , siti come web-Eharmony per rincontrie; Facebook, per incontrare nuovi amici . I partecipanti ad alta potenziale, ancora una volta tendevano ad essere più coerentei in questi siti web con la loro auto-descrizioni. Al contrario, i partecipanti a basso potenziale tendevano a cambiare il modo in cui si presentavano sui due siti.In breve, si presume che l'elevato concetto di sé abbia anche implicazioni nei sentimenti di autenticità, indicatore di un maggiore benessere psicologico. Per verificare questa teoria finale, i partecipanti hanno poi valutato la loro personalità in tre contesti unici: a casa, con la famiglia, e al lavoro / scuola. Infine, hanno valutato i loro sentimenti di autenticità, in generale, cioè la misura in cui si  è in grado di esprimere i propri veri atteggiamenti e sentimenti in giro con gli altri. Non a caso, i partecipanti ad alta potenziale sono stati più coerenti nel loro auto-feedback attraverso i tre contesti e anche la tendenza a riferire sentimenti elevati di autenticità, rispetto alla loro controparte a basso potenziale.Dunque il potere ha un'importante conseguenza positiva nelle persone: Se non si ha la necessità di cambiare il modo in cui ci si presenta in situazioni o contesti diversi ed in  un certo senso questa è una buona cosa, perché aiuta a tenere un comportmento autentico in ogni situazione . Al contrario, una persona a basso potenziale di potere, deve essere strategico  nel modo di presentare se stesso, cambiando da contesto a contesto.   In effetti, il fatto di dover cambiare di pelle ad ogni circostanza   può contribuire a sentimenti negativi come: "Non posso essere il mio vero io." o "La gente in realtà non mi conosce."