lunedì 21 luglio 2014

Ecco come i cittadini globali utilizzano le notizie

- Aggregatore leader di notizie scopre come seguiamo, condividiamo e utilizziamo le notizie.

SAN FRANCISCO, 17 luglio 2014   News Republic, un'applicazione per notizie che aggrega notizie globali per smartphone, tablet e altri gadget indossabili ha annunciato oggi i risultati di un sondaggio annuale globale su come vengono utilizzate le notizie. News Republic ha compilato circa 14.000 risposte da partecipanti da tutto il mondo, compresi Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito, Italia e Spagna.
 
"Le notizie sembra che siano il tessuto connettivo dell'umanità," ha dichiarato Gilles Raymond, amministratore delegato e fondatore di News Republic. "In ogni nazione in cui è stato proposto il sondaggio, 'Sentirsi connessi al mondo' è la ragione principale per seguire le notizie."
L'analisi del sondaggio getta luce sugli elementi in comune e sulle differenze nei modi con i quali le diverse nazionalità sono interessate dalle notizie. Inoltre, i risultati forniscono indicazioni interessanti in merito all'interesse verso le notizie suddiviso per genere sessuale.
Elementi in comune nell'uso delle notizie a livello globale
  • 1 lettore su 2 in ogni nazione in cui è stato somministrato il sondaggio condivide le notizie per mostrare il proprio sostegno nei confronti del tema.
  • Sebbene per ogni lettore in ognuna delle nazioni le notizie interne siano quelle più importanti, la maggioranza dei lettori (60%) è anche interessata alle notizie internazionali. E tutti sono più interessati alle notizie tecnologiche rispetto a quelle relative agli affari.
  • 7 esecutivi direzionali su 10 nelle nazioni in cui è stato somministrato il sondaggio leggono le notizie sulle applicazioni mobili ogni giorno. 1 su 3 trascorre 30-60 minuti al giorno in questa attività.
  • I risultati sono simili per gli studenti stranieri: il 70% di loro usa applicazioni mobili per le notizie ogni giorno. E il 30% di loro dedica almeno un'ora alle notizie ogni giorno.
  • Francesi, tedeschi e americani sono infine concordi su una cosa: 7 su 10 in tutte e tre le nazioni concordano che seguire le notizie li aiuta a tenere conversazioni più interessanti.
E alcune differenze
  • 1 americano su 2 legge le notizie per sentirsi più intelligenti rispetto a soltanto 1 spagnolo su 50.
  • Più di 3 francesi e inglesi su 4 non sono molto interessati a notizie del mondo degli affari. Tedeschi, americani e italiani lo sono.
  • 6 americani su 10 affermano che seguire le notizie li aiuta a prendere decisioni migliori rispetto a meno di 2 ispanici su 10.
  • I francesi (43%) condividono le notizie con maggiori probabilità per dimostrare il disprezzo per un tema, gli inglesi (40%) per divertirsi e gli americani (33%) per ispirarsi.
  • Il mondo è diviso sull'uso dei gadget da indossare per seguire le notizie. Metà a favore. Metà contro. Le opinioni più forti si registrano in Spagna e Francia: 7 spagnoli su 10 hanno detto "Si!", ma 7 francesi su 10 hanno detto "Non!"
Inoltre, il sondaggio esplora come e perché i lettori utilizzano e condividono le notizie:
  • 4 esecutivi direzionali su 5 usano aggregatori di notizie per leggerle e gli esecutivi direzionali condividono le notizie in misura quasi doppia rispetto agli studenti.
  • Gli americani condividono le notizie per ispirare gli altri in misura doppia rispetto a francesi, spagnoli e italiani.
  • 1/3 dei lavoratori del settore privato nelle sei nazioni in cui è stato somministrato il sondaggio usa in maniera intensiva gli aggregatori di notizie.
  • 3 studenti su 10 ed esecutivi direzionali dicono di impiegare 30-60 minuti ogni giorno per controllare le notizie su un dispositivo mobile.
Uomini rispetto alle donne
  • Gli uomini condividono le notizie per aiutare o consiglia un amico o la persona amata in misura del 30% superiore alle donne.
  • Gli uomini seguono le notizie per evitare la noia in misura del 40% maggiore rispetto alle donne.
  • Donne e uomini indosserebbero nella stessa misura i gadget indossabili per seguire le notizie. In tutte le nazioni, metà ha detto "Sì" e metà ha detto "No."
Informazioni su News Republic
News Republic è un'agenzia di stampa globale che rompe gli schemi con applicazioni mobili per smartphone (iPhone, Android, Windows), tablet e gadget indossabili (Samsung Galaxy Gear e Sony SmartWatch). Riteniamo che coloro che leggono meglio sono coloro che sono meglio informati. La nostra missione è fornire informazioni in modo mirato per avere cittadini impegnati. News Republic offre notizie da 1.000 partner con licenza per i contenuti, condivide 25.000 articoli unici ogni giorno e crea la lettura di mezzo miliardo di articoli ogni giorno. Più di 12 milioni di persone al mondo leggono le notizie su News Republic.
Scaricare l'applicazione News Republic per Android, iPhone, Windows e Amazon.
Per maggiori informazioni, visitare il sito Web di New Republic: http://www.news-republic.com oppure collegarsi su Facebook, Twitter e LinkedIn.



SOURCE News Republic


RELATED LINKS
http://www.news-republic.com

lunedì 7 luglio 2014

Tumore al seno e mammografia 3D

La mammografia 3D migliora sensibilmente la rilevazione del tumore al seno: queste le conclusioni dello studio che ha riesaminato circa mezzo milione di esami che é stato pubblicato nel Journal of the American Medical Association (JAMA) Lo studio, che si è avvalso dei sistemi per la mammografia 3D di Hologic, è ad oggi lo studio più ampio e ha coinvolto 139 medici radiologi appartenenti a 13 centri statunitensi tra accademici ed ospedalieri.

BEDFORD, Massachusetts, 2 Luglio 2014 / - Hologic, Inc. (NASDAQ: HOLX) ha annunciato oggi che un innovativo studio pubblicato nel numero del 25 giugno 2014 del Journal of the American Medical Association (JAMA) ha evidenziato come la tecnica di screening con mammografia 3D HOLOGIC (tomosintesi del seno) sia in grado di diagnosticare un numero maggiore di tumori invasivi rispetto alla mammografia tradizionale. I ricercatori hanno inoltre rilevato che la mammografia 3D riduce il numero di richiami per approfondimenti non necessari. In questo modo si riducono  sia l'ansia dei pazienti che i costi per il servizio sanitario.


Lo studio, "Breast Cancer Screening Using Tomosynthesis in Combination with Digital Mammography" (Screening del Tumore al Seno con la Tomosintesi in Combinazione con la Mammografia Digitale) è stato guidato da Sarah M. Friedewald, MD del Caldwell Breast Center, Advocate Lutheran General Hospital in Park Ridge, Illinois.[1] Lo studio ha incluso 454.850 esami (281.187 mammografie convenzionali rispetto a 173.663 esami mammografici in 3D).
I risultati significativi comprendono:
  • Un aumento del 41% nella diagnosi dei tumori invasivi del seno. (p<.001)
  • Un aumento del 29% nella diagnosi di tutti i tumori del seno. (p<.001)
  • Una diminuzione del 15% del numero di donne richiamate per successivi approfondimenti. (p<.001)
  • Un aumento del 49% del valore predittivo positivo (PPV) per i richiami. (p<.001)
    Il PPV per i richiami è una misura largamente usata per valutare la percentuale di donne richiamate dallo screening e per le quali viene diagnosticato un tumore al seno. Il PPV per i richiami è passato dal 4,3 al 6,4%.
  • Un aumento del 21% per il PPV per le biopsie mammarie. (p<.001)
    Il PPV per la biopsia mammaria è una misura ampiamente usata  per valutare la percentuale di donne cui a seguito della  biopsia mammaria viene diagnosticato un tumore al seno. Il PPV per le biopsie al seno è passato dal 24,2 al 29,2%.
  • Non sono stati rilevati cambiamenti significativi nella diagnosi del carcinoma duttale in situ (DCIS).
    Il DCIS è un tumore non invasivo che oltre il dotto non si è diffuso in nessuno dei tessuti circostanti.
Peter J. Valenti III, Presidente di Divisione di Hologic, Soluzioni sanitarie per Seno e Scheletro ha dichiarato che : "Lo studio JAMA sulla 3D convalida i risultati raggiunti da altri studi pubblicati in precedenza, ma su scala decisamente più ampia. Lo studio risponde in modo esaustivo alle due principali preoccupazioni nell'ambito dello screening mammografico, ovvero la sovradiagnosi dei tumori per i quali non sono richieste terapie e i troppi richiami per approfondimenti non necessari. Ognuno dei risultati è statisticamente rilevante ed ha ancora una volta rafforzato i benefici della mammografia 3D di Hologic nell'affrontare queste sfide."

Allo studio hanno preso parte cinque ospedali accademici di rilievo: Massachusetts General Hospital; Yale University School of Medicine in Connecticut; University Hospitals Case Medical Center in Ohio; Albert Einstein Healthcare Network, e la Perelman School of Medicine of the University of Pennsylvania in Pennsylvania

Allo studio hanno preso parte anche otto siti ospedalieri: Caldwell Breast Center of Advocate Lutheran General Hospital in Illinois; TOPS Comprehensive Breast Center in Texas; Washington Radiology Associates, PC in Washington, DC; Radiology Associates of Hollywood and Memorial Healthcare System in Florida; Evergreen Health Breast Center and Radia Inc, PS in the state of Washington; Edith Sanford Breast Health Institute in South Dakota; Invision Sally Jobe Breast Centers and Radiology Imaging Associates in Colorado; e il John C. Lincoln Breast Health and Research Center in Arizona.

Informazioni sulla mammografia Hologic 3D:
La mammografia digitale (2D) è considerata oggi una delle tecnologie più avanzate per lo screening del tumore al seno, tuttavia fornisce solo un'immagine bidimensionale del seno. Il seno è un organo tridimensionale composto da strutture differenti, quali vasi sanguigni, dotti, tessuto adiposo, e legamenti. Queste strutture, che si trovano a diverse altezze nella mammella, possono sovrapporsi e creare problemi di discriminazione quando vengono esaminate in un'immagine piatta, bidimensionale. I problemi derivanti dalla sovrapposizione dei tessuti sono una delle ragioni principali che possono determinare una mancata diagnosi di tumori al seno di piccole dimensioni, mentre tessuti normali possono sembrare anormali, con conseguenti richiami che non sono necessari. 

La mammografia 3D di Hologic è il primo, e al momento unico, sistema per mammografia 3D ad avere ricevuto l'approvazione da parte della FDA negli Stati Uniti. Sono molti gli studi clinici che attestano un aumento significativo dell'individuazione di tumori al seno invasivi, mentre, di contro, si registra una riduzione dei tassi di richiamo in tutte le popolazioni di pazienti e per tutte le densità della mammella. Questa tecnologia è stata approvata per lo screening e per la diagnosi del tumore del seno negli Stati Uniti nel febbraio 2011, ed è stata resa disponibile nelle nazioni che riconoscono il marchio CE a partire dal 2008. La tecnologia per la mammografia 3D di Hologic viene utilizzata in tutti e 50 gli stati e in più di 50 nazioni. 

Nel 2014 si stima in 6 milioni il numero di donne che negli Stati Uniti saranno sottoposte a screening utilizzando questa tecnologia. I sistemi di Hologic installati negli USA per la mammografia 3D sono oltre 1.100. 

Informazioni su Hologic, Inc.:
Hologic, Inc. è leader nello sviluppo, nella produzione e nella fornitura di prodotti diagnostici, sistemi medicali di acquisizione delle immagini e di prodotti chirurgici di alta qualità. La Società gestisce quattro unità aziendali chiave dedicate alla salute del seno, alla diagnostica, alla chirurgia in ambito ginecologico e alla salute dello scheletro. Con una gamma completa di tecnologie e un efficace programma di ricerca e sviluppo, Hologic è impegnata nel miglioramento della vita. La Società ha sede nel Massachusetts (USA). Per ulteriori informazioni, visitare il sito web www.hologic.com.

Dichiarazione previsionale di non responsabilità:
Il presente comunicato stampa può contenere informazioni previsionali che implicano rischi e incertezze, comprese dichiarazioni inerenti l'uso della tecnologia per la mammografia 3D (tomosintesi del seno) di Hologic. Non vi è nessuna garanzia che questo prodotto otterrà i benefici descritti nel presente comunicato e che tali benefici saranno replicati in modo particolare in relazione a un paziente specifico, poiché l'effetto reale derivante dall'uso dei prodotti può essere determinato solo caso per caso, in relazione a circostanze specifiche e al paziente in questione. Hologic declina esplicitamente qualsiasi obbligo o impegno a rilasciare pubblicamente eventuali aggiornamenti o revisioni delle dichiarazioni qui presentate in modo da riflettere eventuali cambiamenti delle aspettative o eventuali cambiamenti di eventi, condizioni o circostanze sui quali si basano tali dati o dichiarazioni.

Contatti:
Investitori
Deborah R. Gordon
Vice Presidente, Rapporti con gli investitori e Comunicazioni aziendali
+1-781- 999-7716

Al Kildani
Direttore senior, Rapporti con gli investitori
+1-858- 410-8653
Organi di stampa
Jim Culley
Direttore senior, Comunicazioni aziendali
+1-781-999-7583

Marianne McMorrow
Manager, Comunicazioni aziendali
+1-781-999-7723
[1] Friedewald SM, Rafferty EA, Rose SL, Durand MA, Plecha DM, Greenberg JS, Hayes MK, Copit DS, Carlson KL, Cink TM, Barke LD, Greer LN, Miller DP, Conant EF. Breast Cancer Screening Using Tomosynthesis in Combination with Digital Mammography (Screening del tumore al seno con la tomosintesi in combinazione con la mammografia digitale). JAMA. 25 giugno 2014

SOURCE Hologic, Inc.


RELATED LINKS
http://www.hologic.com
http://www.multivu.com/players/English/7254154-hologic-3d-mammography-systems-increases-breast-cancer-detection-jama


giovedì 3 luglio 2014

Livorno: Centinaia di buddisti protestano il Dalai Lama

LIVORNO, Italia, June 13, 2014 /PRNewswire/ --
I partecipanti all'evento del Dalai Lama si troveranno circondati da 400 manifestanti tibetani e occidentali tra monaci, monache e laici, che chiederanno a gran voce di "smettere di mentire!" e "dare libertà di religione!"
La Comunità Internazionale Shugden (ISC), un'organizzazione di Buddisti Shugden dimostrerà contro il Dalai Lama accusandolo di persecuzione religiosa e violazioni dei diritti umani. Precedenti manifestazioni sono state organizzate dai sostenitori della Comunità Shugden in India e in occidente dal Western Shugden Society. Il portavoce dell'ISC Fabrizio Bernacchi dice: "Il Dalai Lama ha vietato il culto di Dorje Shugden, un Buddha molto amato da oltre 4 milioni di praticanti, causando al popolo tibetano immense sofferenze. Essendo lui la fonte di questo problema, stiamo protestando  chiedendogli di cambiare ".
L'ISC dichiara che, in maggio a seguito di tale divieto, un monastero indiano Shugden è stato forzatamente occupato. (http://www.business-standard.com/article/pti-stories/monks-allege-forcible-occupation-of-monastery-114052100950_1.html).
Esistono testimonianze di persecuzione personale. (http://www.youtube.com/watch?v=78o-1s9hDos).
Per ulteriori informazioni, consultare il servizio di Al Jazeera. (http://www.aljazeera.com/programmes/peopleandpower/2008/09/200893014344405483.html)
La discriminazione ha raggiunto anche l'italia: Buddisti Shugden sono pubblicamente esclusi dall'evento di Livorno, tutti gli altri, da atei a satanisti, sono benvenuti! (http://www.dalailama.it/it/programma/).
Nel mese di maggio l'amministrazione centrale tibetana ha pubblicato una lista con foto e indirizi di 34 manifestanti tibetani. ISC vede questo come un chiaro incitamento alla persecuzione; chi critica il Dalai Lama viene immediatamente accusato di collaborare o essere finanziato dal governo cinese. Il Sig Bernacchi dice: "La loro affermazione è una totale menzogna per oscurare la verità. Il Dalai Lama perseguita le persone per la loro fede, negandogli il diritto fondamentale alla libertà di religione".
Il Dalai Lama afferma che gli Shugden sono settari. Bernacchi dice:" E' una sciocchezza! Abbiamo convissuto felicemente con altri buddisti per secoli, prima  del divieto. Tutto quello che chiediamo è la libertà di religione".
Informazioni:
Prove della violazione dei diritti umani - (English)
Contatti: Bernacchi Fabrizio  +392-7531752

SOURCE International Shugden Community