RÊVE DANS LA RUE BLEUE

by F Guzzardi

Il secondo lavoro letterario di Gianfrancesco Iacono e`un divertente e frenetico spaccato di vita giovanile ambientato a Parigi ma potrebbe trattarsi di una qualsiasi altra citta` del mondo .
Iacono2013-25kIl racconto, pur mostrando una certa esuberanza giovanile e` di godibilissima lettura - si spazia dagli strambi personaggi che accompagnano il narratore a citazioni storico-filosofiche che evidenziano  un eccellente grado di cultura generale ( nel senso buono del termine) dello scrittore.

RÊVE DANS LE BLEU e` il sogno giovanile frainteso, la ricerca incondizionata "de la vie boheme" tanta cara a Jacques Brel e Leo Ferre -  intriso d'umorismo sottile e spontaneo senza la ricerca della frase ad effetto e che invita al sorriso oltre che alla riflessione.
Tutto fluisce. Tutto scorre e, con molta probabilità, tutto scorre invano: le cose del mondo fluiscono invano poiché sono momentanee e mai uguali due volte. Eppure, dato che tutto scorre invano, nulla scorre invano. Il blu cambia e cambia, ma sempre blu rimane
La metafora della vita puo` essere rappresentata da un colore, e` quello che ci lascia intendere Gianrancesco Iacono - Il blu` come colore dominante, che accompagna e pervade i nostri sogni e le nostre realta` che  a volte si intercambiano assumendo l`uno il ruolo dell`altro e regalandoci spaccati di vite desolate a volte ma piene di umana saggezza.
Maledetta filosofia! Non sono mai riuscito a liberarmene. Mannaggia! Tutta colpa dei Quattro Libri. Non li avessi mai letti. Forse non mi sarei mai svegliato a Parigi. Perché mi sono svegliato proprio lì? Sarà che mi piaceva l’atmosfera degli acquerelli stampati sul volume di Storia Universale Ne ero innamorato. Tutto tenebroso e oscuro, laggiù forse non si faceva caso ai trascorsi da sognatore di un raccoglitore di agrumi. Naturalmente mi sbagliavo, ma a ogni modo mi sono svegliato a Parigi. Conosco Qinqin, Bertrand, conosco Aurore e la bacio e lascio tra le sue gambe qualcosa di mio, qualcosa che mi unisce a lei in modo intimo. Anche Amandine lo fa, ma non voglio immaginare il modo. Sarà che sono troppo schizzinoso a causa dei libri letti. Nei Quattro Libri non ci sono accenni al riguardo, cioè al lasciare qualcosa di tuo in mezzo alle gambe delle donne, soprattutto francesi. 
Il sogno del ragazzo del sud infranto nella realta` di una citta` mitica che lo accoglie e lo disincanta nel blu delle sue metaforiche "ruelle" nel blue del candore giovanile e del sogno che vuole rimanere intatto a costo di deformare la realta` che somiglia ad una satira di Coluche.

RÊVE DANS LA RUE BLEUE e` uno dei libri piu` interessanti che abbia letto in questi ultimi tempi, si sente la freschezza creativa, l'originalita`, la cultura, l'ironia e l'impeto evocativo.
Se non siete alla ricerca del nome famoso, del personaggio reclamizzato o del banale letterario di cui siamo invasi,tenete d'occhio questo nome .

Si chiama 
Gianfrancesco Iacono è nato nel 1986 a Palermo. Vive e studia a Roma. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo “Le vacanze romane di Audrey” (Falcone editore). Con “Rêve dans la rue bleue” è stato finalista per la regione Sicilia al premio letterario “La Giara” (2012).


Post popolari in questo blog

Gradini

Lettera alla mia migliore amica

26 Giorni