Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

Manipolatori di Folle

Immagine
By F Guzzardi
Per comprendere come alcuni personaggi nella storia recente abbiano potuto manipolare le folle, e` interessante leggere Gustav Le Bon ed il suo "Psicologia delle Folle". Hitler, Stalin, Mussolini ed anche qualche politico  e religiosi attuali si sono ispirati alle sue teorie.
GUSTAV LE BON (1841-1931), Etnologo e psicologo (fu uno dei fondatori della "Psicologia sociale") nato in Francia a Nogent-Le Retrou, fu il primo psicologo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle e controllarle.
In effetti, gli scritti di Le Bon - in particolare "Psicologia delle Folle" edita nel 1895 - erano una vera e propria miniera d'oro per chi voleva comprendere il comportamento della massa, il nuovo soggetto che si affacciava sulla scena politica negli ultimi decenni dell'ottocento e che avrebbe dominato tale scena nel novecento. La nascita della mas…

Le origine dell'Antisemitismo

Immagine
 By F Guzzardi
Contrariamente a quando molta gente pensa, l'antisemitismo non comincia con la Germania nazista di Hitler - ma affonda le sue origini molti secoli prima. Nella storia della Germania l'antisemitismo ha trovato la sua forma piu` violenta e orrificante - ma in realta` Hitler non aveva inventato niente di nuovo. Il popolo Ebreo e` stato perseguitato nei secoli precedenti e questo per differenti motivi che cercheremo di capire meglio.
Gli ebrei sono quelli che hanno crocifisso Gesu`!

La prima persecuzione Ebrea nasce dai Cristiani,
Per molti secoli i Cristiani hanno diffuso questa demagogia per giustificare la persecuzione di un concorrente religioso - la comunita` Ebraica era estesa in tutta Europa e` questo rappresentava un problema per i Cristiani che pretendevano il potere religioso e politico. Il loro rifiuto di farsi Cristiani,era una delegittimazione della validita` della fede cristiana.l L'idea della "colpa collettiva" degli ebrei per la morte di…

La Metafora dell'Impero Romano

Immagine
By  F guzzardi «I due più grandi problemi della storia» sosteneva J. Reid nel primo volume della Cambridge Medieval History «sono: come renderci ragione del sorgere di Roma e della sua decadenza».
 La decadenza dei paesi occidentali (Europa ed USA) ricorda stranamente la caduta del piu` grande impero che il mondo abbia visto: Roma.
L'economia si muove in altre direzioni e questo non certo per caso,In un mondo che va ad un'altra velocita` rispetto a quello degli Romani, i secoli impiegati da Roma per abdicare, sono paragonabili a decenni di oggi - leggendo l'analisi storica dell'impero Romano, si nota una grande somiglianza con i problemi che si trova ad affrontare l'occidente.
Noi oggi viviamo, nei Paesi Occidentali, pressappoco nello stesso modo in cui vivevano gli antichi Romani: possiamo essere proprietari, obbediamo alle leggi promulgate dallo Stato, traiamo la nostra ricchezza dal commercio e dagli scambi. Nel Medioevo, grosso modo dal V al XV seco…

Strategie di Guerra e di Pace

By F Guzzardi Il governo Siriano  sembra pronto ad accettare la proposta Russa  di consegnare le armi chimiche nel bel mezzo di una raffica di manovre diplomatiche in tutto il mondo .
Il ministro degli Esteri Walid al - Moualem ha detto che Damasco e` pronta a collaborare all' iniziativa Russa ed adeguarsi alla convenzione che vieta l'utilizzo di armi chimiche."Io sono autorizzato a confermare il nostro sostegno all'iniziativa Russa per quanto riguarda le armi chimiche in Siria , in conformità con il regime dell'Organizzazione per la proibizione delle armi
chimiche ", ha dichiarato Moualem , riferendosi ad un accordo scritto nel 1992 e ratificato da 189 paesi che i vieta la produzione , immagazzinaggio ed uso di armi chimiche .
Malgrado i soliti salvatori del mondo "antiamericani in ogni caso" la cui massima strategia consiste nell'insultare tutto cio` che e` Americano e al limite organizzare una preghiera collettiva per purificare la propria anima…

"Si tratterebbe di cambiare il modo di pensare"

Immagine
by
F Guzzardi

Parafrasando una vecchia canzone di Eugenio Finardi, credo che sia ancora di "moda" parlare di droga e di legalizzazione delle droghe.

La cosa piu' indignante e' sapere che c`e' ancora gente che si indigna se solo sente parlare di legalizzazione. Eppure il ragionamento e` logico: la malavita organizzata vive di droga, i tossicodipendenti diventano rapinatori, prostitute e piccoli spacciatori solo per potersi pagare la dose quotidiana.In un mercato libero, le droghe avrebbero un prezzo irrisorio e avremmo interotto questa catena di delinquenza a livelli.La storia ci insegna che il proibizionismo a portato solo ricchezze e prosperita' alla malavita organizzata.

Questo non e` un incitamento a drogarsi, conosciamo tutti gli effetti devastanti delle droghe pesanti sul corpo umano, mentre un discorso diverso va fatto sulle droghe leggere quali : marijuana, cannabis, etc.
In Olanda, le droghe leggere sono autorizzate cosi' come in alcuni stati degli U.S…