Angeli Scomparsi

Nina Simone / Ne me quitte pas
 by  F Guzzardi

Alcuni anni fa ( quasi 18 ) mi capito` di trovarmi dalle parti di Montreux (Svizzera) durante la manifestazione musicale "Montreux jazz".
Per una serie di circostanze fortunose, andai a finire, insieme ad alcuni amici, in un night bar. La notte poteva sembrare abbastanza banale se non fosse per l'entrata in scena ( nel senso di ingresso) nel bar di una donna accompagnata da 2 uomini e 3 altre donne. Uno dei miei amici si alzo` e fece cenno al gruppetto di sedersi al nostro tavolo, e fatte le dovute presentazioni mi spiego` chi fosse la signora in questione.

Dovetti arrendermi alla mia ignoranza in materia jezzistica ma nessuno dei presenti me lo fece pesare, anzi la conversazione si sposto` su argomenti completamente diversi.

La donna si esprimeva in un buon francese con forte accento americano ed io mi sentii improvvisamente sollevato dal mio pesante accento italiano.Lei espresse tutto il suo amore per l'Europa ed in particolar modo per il sud della Francia dove stava per comprare casa per risiedervi stabilmente. La notte scivolo` via gentilmente cosi` come era cominciata , la signora si ritiro` in albergo ringraziando per la compagnia e donandomi un suo autografo che conservo gelosamente fra i miei ricordi piu` cari.

La sera successiva andai ad ascoltarla all'Auditorum di Montreux e rimasi come incantato quando si sedette al suo pianoforte ed intono` una canzone di Jacques Brel che io conoscevo ma che cantata da lei, col suo accento americano, prese un'altra forma e divento` una sua canzone, una delle piu` belle canzoni d'amore che io abbia mai ascoltato ed un interpretazione sublime.

Io non la rividi mai piu`ma continuai ad ascoltarla, fino al giorno della sua morte, avvenuta pochi anni dopo nella sua casa, nel sud della sua amata Francia.

"Adieu Madame Nina Simone, je vous embrasse tres fort"




Biografia



Nativa della Carolina del Nord, sesta di otto fratelli, fin da bambina rivela un grande talento per la musica che la porta a suonare e cantare in chiesa con le due sorelle, con il nome di "Waymon Sisters". Ma il pregiudizio razziale del profondo Sud negli anni quaranta la condizionerà per molto tempo.

Prende lezioni di piano, pagate dalla comunità di colore locale che promuove una fondazione per consentirle di proseguire gli studi musicali a New York. Nei primi anni cinquanta lavora come pianista-cantante in vari club, ispirandosi a Billie Holiday; si orienta verso il jazz, cambia il suo nome in Nina Simone (in onore di Simone Signoret, di cui era ammiratrice) ed esegue I Loves You, Porgy, cover di un brano di George Gershwin (da Porgy and Bess) che vince il Grammy Hall of Fame Award 2000.

Il suo album di debutto, datato 1958, comprende I Loves You, Porgy e My Baby Just Cares for Me. Lavora per parecchie case discografiche mentre, a partire dal 1963, inizia a lavorare stabilmente con la Philips. È in questo periodo che registra alcune delle sue canzoni più incisive, come Old Jim Crow e Mississippi Goddam, che diventano inni per i diritti civili. È amica ed alleata di Malcolm X e di Martin Luther King.
Lascia gli Stati Uniti verso la fine degli anni sessanta, accusando sia l'FBI che la CIA di scarso interesse nel risolvere il problema del razzismo. Negli anni successivi gira il mondo, vivendo a Barbados, in Liberia, in Egitto, in Turchia, in Olanda e in Svizzera. In seguito al polemico abbandono degli Stati Uniti, i suoi album vengono pubblicati solo di rado. Nel 1974 abbandona per qualche anno la discografia lasciando poche notizie di sé. Ritorna nel 1978 con un album che prende il titolo da un brano di Randy Newman. Si eclissa di nuovo fino agli anni ottanta.
Dopo che Chanel ha usato, negli anni ottanta, la sua My Baby Just Cares For Me per una pubblicità televisiva, molti riscoprono la sua musica e Simone diventa un'icona del jazz. Nel 1987, My Baby Just Cares For Me (brano di quasi trent'anni prima) entra prepotentemente nelle classifiche inglesi. Si moltiplicano antologie e ristampe dei suoi dischi. Dopo i successi ottenuti negli anni ottanta, torna con uno nuovo album, Nina's Back, del 1989, seguito da Live & Kickin, live registrato qualche anno prima a San Francisco.
Simone si è sposata due volte e ha avuto una figlia nel 1964, Lisa Celeste Stroud, cantante nota col nome d'arte Simone. Nina Simone ha vissuto una vita difficile e travagliata. Ha avuto rapporti difficili con uomini potenti e violenti, ed è risaputo che il marito manager la picchiasse. Ha avuto una relazione con Earl Barrowl, primo ministro delle Barbados. Nel 1980 il suo amante C.C. Dennis, importante politico locale, è stato ucciso da un criminale.
Muore il 21 aprile 2003 nella sua casa a Carry-le-Rouet dopo una lunga lotta contro la malattia, per le complicanze dovute a un tumore al seno.

Post popolari in questo blog

Gradini

Lettera alla mia migliore amica

26 Giorni